Articles tagged with: Studio Legale

Molestie sessuali e danno

Corte di Cassazione Sez. Lavoro 

Suprema Corte di Cass. Sez. Lavoro sentenza del 18 febbraio 2020

Riconoscimento dei danni morali conseguenti a molestie sul posto di lavoro.

Con  sentenza n. 4099 del 18 febbraio 2020, la Suprema Corte di Cassazione, Sez. Lavoro, ha condannato il datore di lavoro a risarcire alla lavoratrice, in quanto oggettivamente responsabile, anche il danno morale provocato dall’illecito commesso da un proprio dipendente durante lo svolgimento del rapporto di lavoro.

Nello specifico, la sentenza ha ad oggetto la domanda di una lavoratrice che aveva convenuto in giudizio la società datrice per ottenere il risarcimento dei danni morali riportati per effetto delle molestie, seguite da un atto di violenza sessuale, poste in essere nei propri confronti da un suo superiore gerarchico.

La corte d’Appello di Genova, adita dalla società soccombente in primo grado, non solo confermava la sentenza, ma aumentava del 50% la somma liquidata a titolo di danno non patrimoniale dal Giudice di prime cure.

La giustizia sospesa in ambito familiare

a cura dell'Avv. Marzia Contucci

La sospensione dei termini processuali e il rinvio d’ufficio delle udienze in materia di diritto di famiglia è solo un aspetto del freno alla giustizia nell’ambito del diritto di famiglia.

Parità di genere e lavoro

Presentazione a cura dell'Avv. Luciana Delfini su parità nel contesto lavorativo.

<<  1 [2