La giustizia sospesa in ambito familiare

a cura dell'Avv. Marzia Contucci

 

 

Infatti, ormai dal mese di marzo, si sono registrati notevoli ritardi nell’assegnazione delle cause di separazione e divorzio e nell’apertura delle buste telematiche, dovuti forse all’assenza del personale di cancelleria e forse - in parte - all’impossibilità di assegnare nuove udienze prima di avere smaltito il carico dei rinvii delle cause già fissate per i mesi precedenti.

Nonostante le deroghe  per tutte le controversie aventi ad oggetto obbligazioni alimentari derivanti da rapporti di famiglia, per i procedimenti sullo stato di adottabilità, sui minori stranieri non accompagnati, sui minori allontanati dalla famiglia e, più in generale, per le situazioni di grave pregiudizio, le separazioni, i divorzi, le disposizioni in merito alla collocazione dei minori sono rimaste sospese in attesa di assegnazione, o rinviate determinando situazioni paradossali: dalle convivenze forzate all’abuso della posizione di uno dei coniugi rispetto all’altro, per la consapevolezza che la giustizia tarderà ad arrivare.

Nel caso di modalità di visita dei minori già stabilite, l’emergenza Covid ha portato alcuni genitori ad avvantaggiarsi della situazione di collocamento o - paradossalmente - di impossibilità di ottemperare al diritto di visita, facendo ricadere sull’altro genitore l’onere di sobbarcarsi il maggiore carico economico del mantenimento integrale dei figli.

Una parziale soluzione può venire, per i nuovi procedimenti, dall’adozione - ove possibile - della negoziazione assistita, così da evitare la necessità di procedere alla fissazione dell’udienza presidenziale.

E tuttavia anche sotto questo profilo subentrano dubbi circa la possibilità di procedere a negoziazione assistita per via telematica, essendo sin qui pervenute istruzioni del CNF esclusivamente per le udienze telematiche o con trattazione scritta e non anche per la negoziazione.

Non resta che attendere gli ulteriori sviluppi, auspicando che a partire dalla metà di maggio il sistema si rimetta (lentamente) in moto.